Non solo mare, vino e buon cibo. Cirò Marina è anche storia e cultura. E lo sottolinea anche Marina Lo Blundo, archeologa che in questi giorni di vacanza nella nostra meravigliosa città, ha colto l’occasione per visitare il nostro museo archeologico. Lo Blundo scopre così l’antica Krimisa e tutto il suo meraviglioso passato e lo racconta a quelli che ancora non conoscono la storia di questa città, ancora oggi divisa tra mito e realtà. Dall’età del bronzo ai rapporti con la Magna Grecia, Lo Blundo fa riemergere, con l’aiuto dei reperti archeologici ritrovati e custoditi nel Museo Civico di Cirò Marina, il glorioso passato della nostra splendida cittadina. La Pro Loco Cirò Marina ringrazia per questo magnifico spot fatto ad una città che merita di essere ricordata, come detto, non solo per la sua storia di grandi vini, ma anche per la sua grande storia culturale. Con l’auspicio che questo sia per tutti i cittadini di Cirò Marina motivo di orgoglio e che sia motivo per le generazioni future a non dimenticare il nostro grande passato, base per un grande futuro.




Un piccolo museo prezioso, gratuito, che in estate è aperto anche di sera: nessuna scusa dunque per non visitare il Museo Archeologico di Cirò Marina, che racconta nelle sue sale la storia del territorio di Krimisa/Cirò, dall’età del Bronzo all’età ellenistica.

Krimisa tra mito e realtà archeologica

filottete
FIlottete abbandonato ferito a Lemno, con le armi accanto. Lekytos attica a figure rosse, 420 a.C. Metropolitan Museum of New York. Credits: Wikipedia

Narra il mito che fu Filottete a fondare Krimisa. Egli è l’eroe greco che durante la guerra di Troia, a causa di una ferita maleodorante, fu abbandonato sull’isola di Lemno dai suoi compagni. Quando però i Greci si resero conto che le armi di Filottete, a lui donate da Eracle, erano fondamentali per il buon esito della guerra, Ulisse tornò a Lemno per farsele dare. Questo, in estrema sintesi, è l’episodio narrato dalle fonti antiche.

Ciò che si tramanda sulle coste del mar Jonio, poi, è che Filottete sia stato l’ecista, cioè l’eroe fondatore di Krimisa, l’attuale Cirò Marina. Egli infatti, giunto qui, dopo aver fondato la città consacrò le armi ad Apollo, facendo costruire un tempio dedicato al dio.

Nel cuore della Magna Grecia, lungo una costa piuttosto trafficata e colonizzata (più a Nord Sibari, ancora più a Nord Metaponto, più a Sud Crotone e di fronte Taranto) Krimisa è uno dei centri meno noti, ma non per questo meno importanti della Calabria greca. (continua)

 

 

 

LEGGI L’ARTICOLO COMPLETO: https://generazionediarcheologi.com/2018/08/15/il-museo-archeologico-di-ciro-marina/

One thought on “CIRÒ MARINA: MARE, VINO MA ANCHE TANTA CULTURA”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *